sabato 2 febbraio 2013

Minami Minegishi ovvero ma si può essere più coglioni


E così per essersi fatta un giro con un misconosciuto tipo (pare uno spaventapassero di un gruppo legato agli Exile) Minami Minegishi è stata messa alla porta dal management AKB. Lacrime e sangue e testa rapata a zero e gogna pubblica e visione ininterrotta per una settimana della Corazzata Potemkin in cinese con sottotitoli in coreano.

Ma bbbafangule.

E il bello è che un'altra maialina (Sashihara Rino) per uno "scandalo" simile si era fatta il suo piangetto per poi tornare tranquilla all'ovile (dalle AKB al loro corrispondente di Kyushu, le HKT, ma sempre in testa nei video del gruppo madre).


Ma quello che vorrei dire a queste ragazze lo potete immaginare: seguite il fulgido esempio di Nakanishi Rina!

Che se la ride alla facciazza vostra


Stima completa per questa donna e per sua sorella, anche lei nel business.

Yamaguchi Riko e Yamaguchi Riku
Anche se in realtà, per nostra grande tristezza, si sono ritirate entrambe l'anno scorso.

Piangiamo :( Bella però l'idea del box celebrativo con 10 ore di pornazzi delle due
Da allora non sono riuscito a trovare altre loro notizie anche se ho un lieve sospetto.


Ora, per aggiungere ancora due parole sulla questione Minegishi, c'è gente che considera inumana la voce del contratto delle AKB in cui comanda ai membri l'assoluta castità. Potrei anche essere d'accordo, ma sarebbe anche compito dell'interessata denunciare la cosa e portare il management davanti a un tribunale se volesse andare in fondo alla cosa. Voglio dire soldi non le mancano e non ha una famiglia da mantenere, per cui perdere il lavoro non sarebbe certo una tragedia. Ovviamente poi verrebbe ostracizzata dal mondo dello spettacolo "che conta".

Un prezzo forse troppo grande per una ventenne abituata a essere sulla cresta dell'onda e a condurre una vita principesca.